Cosa abbiamo visto a Milano durante il Salone del Mobile 2018

Un Salone del Mobile preso d’assalto fin dalle prime ore del mattino quello della 57ª edizione. Milano si riconferma capitale dell’arredo in una settimana che ha ormai superato quella della moda per attenzione mediatica e presenze. Oltre 400.000 i biglietti staccati dalla Fiera di Milano. Duemila gli espositori. Code interminabili agli stand dei marchi più prestigiosi. Tante le novità nel settore del legno-arredo che, nonostante la crisi, continua a crescere a doppia cifra.

Serigrafie e texture sul vetro 2018

Le tendenze

 

Il tema ecologico aleggia, ma non lascia il segno. È il lusso sobrio a farla da padrone. Il lusso non ostentato. Il lusso elegante e senza fronzoli.
Il 2018, udite udite, celebra il grande ritorno. Del legno. Sì, il legno è finalmente di nuovo protagonista. È al centro. Dialoga con il vetro (serigrafato con texture geometriche), si fonde con la pelle (cipria e tortora su tutte), concede generalmente poco agli altri materiali. Dopo un paio di annate in cui il legno si era sempre più eclissato, decisamente ci voleva.

Il legno la fa da padrone anche nell’ambiente più importante della casa: in cucina. Lo spazio si amplia. Si annulla la divisione tra cucina e sala da pranzo, dando vita a un ambiente che diventa sempre più conviviale. La cucina diventa cioè la vera zona living. Postazioni di lavoro e isole multifunzione assumono un design sempre più essenziale e lineare, in cui le superfici lisce del legno si mescolano al metallo.

Molto gettonato l’accostamento finitura lucida-finitura opaca

I colori

 

Eleganza significa legni scuri. Dominanti senza possibilità di appello. Ma quando i grigi decidono di esaltarsi, al Salone del Mobile dialogano quasi sempre con le tinte a bassa saturazione, tonalità neutre sia calde che fredde. È il trend anticipato dal progetto Color Tunes Book di Renner Italia: opale, riolite, ematite e pirite riecheggiano in tutti gli stand.

Quest’anno molto gettonato l’accostamento tono su tono del laccato lucido con il laccato opaco. Effetto a cui si sono appassionati i brand di punta. Il vetro, quando compare, è posato su laccato o serigrafato.

Ma la vera tendenza è l’effetto tessuto, anche questa anticipata dalla linea di vernici per legno Color Tunes Book con i Tramati. La profondità e la vibrazione cromatica dei Tramati esaltano la lavorazione superficiale del legno. Il risultato è una trama dal sapore tessile, con contrasti tono su tono tipici delle tinture artigianali.

Le essenze

Il legno di palma tra le essenze particolari

Noce canaletto (bellissimo nella versione sbiancata), noce americano, rovere laccato e tinto, olmo: sono queste le essenze legnose preferite dai designer. Tra le particolarità il legno di eucalipto e quello di palma. Originali e preziosi laddove utilizzati. Molto frequente l’impiego del larice termocotto soprattutto su complementi importanti.

Spesso queste essenze si fondono con metalli, pelle, cuoio, tessuti e sono declinate nella doppia essenza di legno più chiaro e più scuro, sapientemente alternati.