Siamo con i lavoratori
la comunità e il territorio

La crisi dei mercati ha riportato i temi della responsabilità sociale d’impresa (RSI) al centro del dibattito industriale. Fortunatamente oggi il cittadino esercita con maggiore consapevolezza i propri diritti di consumatore. Premia, cioè, le aziende che aderiscono a princìpi eticamente misurabili, consentendogli di agire secondo le proprie sensibilità e non solo secondo i tradizionali criteri di convenienza, qualità del prodotto, facilità di accesso.

Renner Italia adotta modelli organizzativi, produttivi e comunicativi di sostegno ai lavoratori, alle comunità e ai territori di riferimento.

Tali modelli hanno evidenziato due requisiti fondamentali

si slanciano oltre gli obblighi di legge
/ es. a livello retributivo è istituita 14 mensilità non imposta dal Cnl /

sono strutturati e, dunque, non sono episodici o strumentali
/ es. La Buona Vernice mette a sistema gli interventi benefici per il no-profit /

Renner Italia produce valori immateriali, non soltanto profitti.

virgolette-top

Può l’industria darsi dei fini? Si trovano questi semplicemente nell’indice dei profitti?

Adriano Olivetti

virgolettte-bottom

SULL’INSERTO IMPRESE DEL CORRIERE DELLA SERA GLI OLIVETTI DELLA VIA EMILIA

«Decine di imprenditori impegnati a investire nel sociale e sul territorio finanziando musei, scuole, progetti per il reinserimento dei detenuti, fondazioni culturali e scientifiche». Il nuovo inserto del Corriere della Sera, Corriere Imprese, mette sotto i riflettori gli imprenditori olivettiani dell’Emilia Romagna. Quelli che, secondo l’economista Stefano Zamagni, sono in prima linea per «il ritorno all’Umanesimo civile». Tra “Gli Olivetti della via Emilia” il cronista del Corriere, Andrea Rinaldi, colloca anche l’amministratore delegato di Renner Italia, Lindo Aldrovandi.

logo-la-buona-vernice-renner-2

Il no-profit che decolla
sulle ali della Buona Vernice

Sono numerosi gli interventi collezionati in anni di responsabilità sociale di Renner Italia.
Abbiamo sostenuto progetti di contrasto alla povertà, alle droghe e alla violenza sulle donne; di integrazione dei migranti e di inclusione sociale degli esclusi; di supporto ai diversamente abili e alle attività culturali…

La nostra RSI dal 2015 è più strutturata.
È nata La Buona Vernice, la principale piattaforma di responsabilità sociale.

Con La Buona Vernice

ogni anno doniamo 35.000 euro

ai 10 progetti no-profit di

Solidarietà e Assistenza

Promozione culturale

Sport giovanile

che la Rete e la Community di Renner Italia indicano come meritevoli.

La Buona Vernice si fonda su un sistema di votazione online che vuole essere

Orizzontale

Trasparente

Democratico

Attraverso questo meccanismo

di votazione, perseguiamo

il duplice obiettivo di

Garantire a tutte le realtà no-profit la stessa possibilità di accedere alla donazione

Includere la gente nei processi decisionali