La Buona Vernice in Tour da Chaep. Ecco com’è andata a finire

Nuovo appuntamento con La Buona Vernice in Tour, il format realizzato per dare risalto ai progetti no-profit realizzati attraverso la piattaforma RSI di Renner Italia. Oggi accendiamo i riflettori su Cheap, organizzazione tra le più apprezzate nell’edizione 2016 de La Buona Vernice. Cheap lo scorso 25 aprile ha presentato alla città di Bologna il wall dedicato alla staffetta partigiana Irma Bandiera.

 

Wally di Orticanoodles mescola la vernice Renner Italia con cui è stato realizzato il murale

Ci siamo recati dunque alle scuole elementari Bombicci di Bologna le cui pareti sono state interessate dall’intervento di street art del Collettivo Orticanoodles. Il wall in realtà non è soltanto espressione artistica, ma vuole essere anche un’opera di persistenza della memoria storica. Alla cerimonia inaugurale dello scorso 25 aprile erano presenti la presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, e il sindaco di Bologna, Virginio Merola.

«Abbiamo deciso di intervenire su una scuola per aprire un dialogo anche con le generazioni più giovani – ha spiegato Wally del Collettivo Orticanoodles -. Attraverso il nostro linguaggio ultra contemporaneo possiamo portare messaggi che fanno parte della nostra memoria storica».

Il murales di Cheap è risultato tra i primi 10 progetti de La Buona Vernice 2016

«Cheap si è sviluppato negli anni tenendo molto in considerazione un rapporto di dialogo con la città  – ha spiegato Flavia Tommasini dell’Associazione Cheap Poster Street Art -. L’anno scorso abbiamo subito pensato a Irma Bandiera, che per noi nell’ambito della Resistenza è la figura più importante non solo di Bologna».