La Buona Vernice 2016, la voce dei protagonisti. I primi 3 posti

[12.09.2016] «Con i 15.000 euro de La Buona Vernice apriremo a Bologna la terza Cucina Popolare». Roberto Morgantini di Bologna Social Food l'ha annunciato durante la cerimonia di chiusura de La Buona Vernice 2016. Venerdì scorso al Savoia Hotel Recency c'erano i rappresentanti delle dieci associazioni no-profit che hanno ottenuto più voti nel corso della seconda edizione del contest di Renner Italia.

L'amministratore delegato di Renner Italia, Lindo Aldrovandi, ha rivolto un plauso a tutti i partecipanti. «Un lavoro encomiabile quello dei volontari qui presenti - ha detto il manager -. Ogni giorno affrontano l’ordinaria emergenza. È gente cui dobbiamo un grazie perché mossa da un unico carburante: quello di voler fare del bene. Fare del bene al prossimo, all’ambiente, alle comunità… La Buona Vernice, in effetti, è per noi un modo di ringraziare questi attori del volontariato senza i quali saremmo tutti più poveri. Più di 150.000 visitatori del sito www.labuonavernice.it in 24 mesi confortano la bontà della nostra scelta. Intendiamo proseguire su questa strada».

Così come caparbiamente proseguiranno nella loro marcia al fianco del prossimo le onlus che hanno animato La Buona Vernice 2016.

«Il nostro obiettivo è chiaro - ha aggiunto Morgantini di Bologna Social Food -. Noi vogliamo in ognuno dei sei quartieri di Bologna una Cucina Popolare perché rappresenta un legame con il territorio e ha un'attenzione particolare per le persone che soffrono. Con i 15.000 euro messi a disposizione da Renner apriremo entro l'anno la nostra terza Cucina Popolare nel quartiere Porto. Lo faremo all'interno di un centro sociale in collaborazione con le organizzazioni sindacali e la parrocchia del luogo»

Dalla solidarietà alla cultura. Dal primo al secondo posto de La Buona Vernice 2016. Gianluca Guidomei annuncia che con i 5.000 de La Buona  Vernice sarà realizzato anche nel 2017 Mare di Libri - Festival dei ragazzi che leggono di Rimini. «Ci auguriamo - ha aggiunto Guidomei - che anche altre aziende, come la Renner, possano promuovere iniziative come La Buona Vernice. Non solo un contributo fine a se stesso, ma promuovere iniziative che a livello sociale si possono rivelare importanti».

Oggi conosciamo meglio anche l'associazione Cantieri di Ravenna, al terzo posto per voti conseguiti: «Con i 5.000 euro de La Buona Vernice offriremo gratuitamente il laboratorio Corpogiochi@ a scuola a 900 alunni in 37 classi differenti», ha spiegato Monica Francia.

ASCOLTA LA VOCE DEI PROTAGONISTI NEL VIDEO

Nei prossimi giorni conosceremo meglio le altre associazioni che hanno ottenuto una donazione. Restate connessi.