Fondo finitura FL-xxM308 ultra resistente

FL-xxM308 è il fondo finitura Renner Italia che allunga la vita dell’infisso in legno.
All’interno della vasta gamma di prodotti a base solvente Synthesis, questo fondo finitura bicomponente laccato si qualifica per la straordinaria resistenza agli stress atmosferici. Per le sue spiccate caratteristiche di schermo dei serramenti lignei, FL-xxM308 è tra la vernici per legno a base solvente più gettonate. I formulati a solvente dei laboratori Renner Italia trasferiscono alle famiglie di prodotto della tradizione le tecnologie più all’avanguardia, assicurando all’applicatore (industriale o artigianale) la massima flessibilità di utilizzo.

Il fondo finitura FL-xxM308 scherma il serramento da pioggia, umidità, neve, radiazioni UV. Semplice da applicare, lo smalto FL-xxM308 presenta un importante coefficiente di elasticità, assecondando il fenomeno di contrazione e dilatazione del legno. Inoltre, lo smalto FL-xxM308 vanta spiccate caratteristiche di idrorepellenza.

Fondo finitura FL-xxM308, la migliore applicazione

  • Impregnare il serramento con FI—M196 diluito al 50%.
  • Consentire l’essiccazione a temperatura ambiente per almeno due ore.
  • Catalizzare e diluire lo smalto FL-xxM308.
  • Applicare a spruzzo un primo sottile strato di fondo finitura FL-xxM308 (100/120 g/m2).
  • Lasciare essiccare per almeno 12 ore.
  • Procedere con eventuali stuccature e con la carteggiatura con carta abrasiva grana 280/320.
  • Applicare a spruzzo un secondo e più consistente strato (130/160 g/m2) di FL-xxM308 (sempre catalizzato e diluito come indicato nella tabella). Consentire l’essiccazione per almeno 24 ore.

 

Il fondo finitura FL-xxM308 protegge i serramenti lignei

 

Le essenze su cui il fondo finitura FL-xxM308 si esalta

FL-xxM308, sia in versione bianca che pigmentata, vanta straordinarie capacità bloccanti nei confronti dei legni resinosi. I legni su cui le performance di resistenza chimica e meccanica si esaltano sono MDF (specifico per esterni), hemlock, douglas, abete e pino (opportunamente stagionati, con un numero limitato di nodi, meglio se privi di resina naturale).

Si suggerisce comunque di evitare legni con nodi eccessivamente resinosi.

 

VUOI SAPERNE DI PIÙ? CLICCA QUI E SCRIVICI.