Nuovo contratto di secondo livello, Renner sempre più vicina alle famiglie dei dipendenti

Ancora sorrisi per i dipendenti Renner Italia. Chiuso con ulteriori buone notizie il terzo contratto di secondo livello della storia aziendale. Continua il proficuo dialogo con le RSU e la Filctem-Cgil.

Negli ultimi sette anni Renner Italia ha distribuito bonus per 17.485 euro (lordi) a ciascun dipendente. Pochi giorni fa ha chiuso un nuovo contratto di secondo livello con le rappresentanze sindacali. Questa volta è arrivato un segnale a coloro che decidono di mettere su famiglia. Ti sposi? L’azienda contribuisce con 250 euro. La famiglia si allarga? Renner si congratula con altri 250 euro, sia in caso di figlio biologico, sia in caso di adozione.

E se sei padre, hai diritto a un giorno di riposo in più rispetto a quanto previsto dal contratto nazionale dei chimici.

Le novità più significative della contrattazione di secondo livello 2018 si vanno ad aggiungere ai diritti precedentemente acquisti. E cioè: ai 1.150 euro di bonus consolidati in busta paga; ai 500 euro di welfare (contributo spese asilo, libri scolastici, cure mediche, budget domestico, viaggi, tempo libero, etc.); ai 600 euro legati a indicatori di produttività, con il nuovo corso peraltro ritoccati fino a 800; alla 14ª mensilità non prevista dal contratto nazionale di lavoro.

 

Renner Italia sempre attenta al benessere dei dipendenti

 

Non è tutto. Ci sono anche i premi legati al risultato economico aziendale: altri 800 euro. A portata di mano.

A conti fatti alla fine del 2018 un dipendente Renner Italia, rispetto alla retribuzione ordinaria, potrebbe mettere in tasca 3.500 euro lordi in più (si consideri che i 500 euro di welfare sono l’unica voce netta). A meno che non si sposi e abbia un figlio. In questa fortunata doppia circostanza arriverebbe a 4.000 euro (lordi).

Nel cuore della provincia italiana, Renner continua a stare vicina alle famiglie e al territorio. Negli ultimi tre anni grazie al progetto La Buona Vernice ha contribuito (con 105.000 euro) all’apertura di mense dei poveri e di laboratori artigianali per giovani disagiati, sostenuto festival di libri per ragazzi e appoggiato interventi di street art, incoraggiato giovani compagnie teatrali e distribuito defibrillatori sul territorio.

Quest’anno Renner ha puntato sul Premio per il Contemporaneo per sostenere gli illustratori Under 40.

Iscrizioni aperte su www.premiorenner.it fino al 10 ottobre. In palio 10.000 euro, una mostra durante ArtCity Bologna e un catalogo.